PORTE BLINDATE CHE ARREDANO

Quando si parla di arredare, in realtà, di cosa stiamo parlando ? è una domanda che vi siete mai posti ? altro non è che l ‘arte o la tecnica di posizionare molteplici elementi, conformarli a loro volta per renderli più funzionali e pratici possibili con il giusto equilibrio tra eleganza e stile.

A questo punto la porta d’ingresso svolge un ruolo fondamentale per la nostra abitazione poiché divide l’ambiente esterno dal calore di quello interno donando protezione, sicurezza e allo stesso tempo accoglienza. E' quell’elemento che fa da vetrina alla vostra abitazione, quindi perché tralasciarlo?

La nostra nuova proposta in risposta a questa domanda è la collezione Vighi Security Doors “Ventesimosecolo”. Nata in collaborazione e grazie all'intraprendenza di due giovani progettisti l’Architetto Ferdinando Tedesco e la Designer Jennifer Bassani,  i quali, con la firma Syntesi Design, decidono di condividere una stimolante sfida. Nella collezione Ventesimosecolo il motivo guida è l’aspetto sartoriale, tema presente fin dalla costruzione del prodotto e nella definizione del suo aspetto fisico, tema che ci porta verso l’utilizzo di materiale innovativi, che superano di gran lunga le aspettative consone di una porta d’ingresso, così legata al concetto di sicurezza coniugando design e alta moda.

L’ispirazione per la progettazione è legata a tre grandi decenni , tre momenti storici che ancora oggi sono di riferimento; gli Anni Trenta, Cinquanta e Settanta che rappresentano la chiave di questa collezione. Le proposte della collezione Ventesimosecolo sono nove; i modelli prendono concretezza e diventano veste preziosa. Le geometrie, le texture, i cromatismi individuati, vanno a richiamare quelli che erano, e sono ancora oggi, i simboli dei tre decenni, creando un legame tra modernità ed il passato.


    ANNI TRENTA

Gli anni Trenta furono senza dubbio periodi di innovazione e di creatività, durante i quali si assiste alla nascita di nuove forme e materiali tra loro abbinati, proprio in questi anni vennero gettate le basi per lo sviluppo su larga scala dell'arredo industriale e della produzione moderna. Nella collezione troviamo Vetri retro-verniciati, neri o riportanti la preziosità del marmo, inserti in metallo e geometrie che richiamano losanghe e triangoli, sono lo stile evocativo degli anni Trenta. Questi riferimenti formali conferiscono alla collezione quell'aspetto legato al mondo luxury al quale la linea si ispira.

Anni 30

Anni 30

Anni 30

 

 

ANNI CINQUANTA

I mitici anni Cinquanta portano con sé la storia del design; attuale ancora oggi, hanno segnato una rivoluzione nel nostro paese. Con la voglia di riscatto, dopo la guerra, si passa velocemente dalla difficoltà di quel periodo a un rinnovato entusiasmo sostenuto dalla crescita economica e da una diffusione generale del benessere. I progettisti dell'epoca hanno dato il loro contributo stravolgendo canoni sociali e stile di vita, proiettando il nostro paese verso un futuro migliore. Si incontra l’utilizzo dell’essenza e del tessuto mentre la materia vetro viene reinterpretata, andando a conferire al pannello un’aspetto più soft, morbido e caldo. L'obbiettivo è quello di richiamare i principi e gli emblemi degli anni della Dolce Vita, periodo in cui gli oggetti, le forme nascevano per enfatizzare il concetto del design facile per tutti.

Anni 50

Anni 50

Anni 50

 

ANNI SETTANTA

Il design anni Settanta non smette ancora oggi di stupirci per la sua carica di innovazione e molta, ma molta originalità; sicuramente uno dei momenti d'oro del design italiano. Tre sono le declinazioni che evocano la follia degli anni settanta. Sono gli anni in cui nascono i movimenti radicali. Soprattutto nel design si trova una grande rivoluzione che porta in sé un principio di follia attraverso la decorazione e il colore. Nei tre pannelli di questa linea prevale il rigore delle geometrie nette, interrotte, destabilizzate attraverso l'inserimento del colore o degli effetti ottici presenti giocati sui contrasti di luci ed ombre.

 

Anni 70

Anni 70

Anni 70

Una collezione di pannelli sicuramente audaci, ma che sono da cerniera fra passato e quello che sarà il futuro nel mondo del design. Reinterpretazioni di una cultura legata a tre grandi decenni e tre grandi momenti storici che, ancora oggi, sono modelli di riferimento per la progettazione.

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento